WISH World International Sicilian Heritage

dopo le Preview di Venezia nel maggio 2017 è lieta di presentare l’edizione 2018 della BIAS 2018.

BIAS 2018 – PALERMO | SICILIA | VENEZIA | EGITTO | ISRAELE

Biennale Internazionale Arte Sacra delle Credenze e Religioni dell’Umanità

LA PORTA | Porta itineris dicitur longissima esse

La porta intesa come soglia filosofica, come limen privilegiato. Il celebre adagio latino allude al fatto che la porta è il momento, la parte da attraversare più lunga, più ardua, di un viaggio. Il primo passo che viene compiuto oltrepassando una porta, un’altra cultura, un altro mondo, persino un altro individuo, è, in altri termini, quello più complesso, perché spesso ancora  ‘contaminato’  da  atteggiamenti  diffidenti  e/o  pregiudiziali  in  grado  di deformare rischiosamente lo sguardo, con le conseguenze che oggi conosciamo molto bene. Oltrepassata la soglia, il viaggio per la conoscenza sarà invece più libero e spontaneo.

14 APRILE | 14 SETTEMBRE 2018

INAUGURAZIONE SABATO 14 APRILE ore 18:30 presso PALAZZO BELMONTE RISO

BIAS si pone quale obiettivo fondamentale la demolizione di ogni dogma preconcettuale, aprendosi invece alla possibilità di un invito alla conoscenza, esercitato attraverso il dialogo forte e reale tra i vari credo del mondo – filosofico, religioso e  scientifico –  nonché tramite la dialettica passato-presente- futuro, nella piena consapevolezza che la Storia non deve essere esclusivamente musealizzata, ma deve invece farsi memoria attiva e vissuta e interagire con la contemporaneità attraverso ogni forma di arte.

È la spiritualità oltre le barriere linguistiche e geopolitiche, oltre i confini nazionali, in una visione universale che individua nel dialogo tra arte e religione un medium privilegiato di valori etici ed estetici. L’arte diviene strumento di dialettica, di riflessione sul concetto di identità, per segnare un percorso inter/transreligioso funzionale al disvelamento della complessità, quanto mai attuale, della diversità umana e della sua altrettanto polisemica produzione artistica. La lingua e la religione hanno una funzione pregnante nella società umana, consentono la comunicazione, ne affermano i livelli di definizione, coadiuvano nella costruzione del senso che l’uomo attribuisce al proprio vissuto, sia metafisicamente che bio-culturalmente. Se la religione ha contribuito, sin dalle origini, alla lettura interpretativa del mondo, l’arte è stato il linguaggio immediato attraverso il quale il mondo è stato impresso, indagato e sublimato. Religione e arte sono strettamente connesse, in virtù di un medesimo principio che le accomuna, la ricerca del senso della vita come della morte, intesa esclusivamente quale crisi della presenza.

The Arabian Phoenix - Mixed on canvas cm 120x240 - Feofeo 2015Feofeo, 2015 – The Arabian Phoenix (Triptych) – Mixed on canvas cm 120 x 240 – Feofeo 2015

RUBEDO | ATHANOR | LA GRANDE OPERA

BIAS 2018

error: Content is protected !!